Chi siamo

Il Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti è una associazione di insegnanti di tutti gli ordini di scuola e di tutte le discipline: ha la finalità di favorire l’affermarsi di una professionalità docente adeguata alle esigenze della scuola, alle riforme attuate e da attuare.
A tale scopo promuove:
 iniziative di aggiornamento (convegni, seminari, corsi);
 ricerca didattica in ogni ambito disciplinare;
 dibattiti e confronti sui temi – culturali, didattici, normativi e di politica
scolastica – che hanno ricaduta sulla professione;
 pubblicazioni varie, sia a livello nazionale (Insegnare, mensile del Centro,
volumi e quaderni), sia a livello territoriale (giornali, riviste, calendari e
bollettini informativi).
L’obiettivo prioritario è quello di contribuire a realizzare una scuola democratica, più attrezzata culturalmente, più vicina agli interessi di ragazze e ragazzi.
Il Cidi è un centro in cui confluisce chi vuole, in cui si cresce professionalmente nel confronto continuo delle diverse posizioni culturali e ideali. In una visione sempre unitaria del processo formativo, affronta i problemi senza settarismi, preconcetti, condizionamenti.
E’ attento a tutti i problemi della scuola senza voler essere sindacato o partito, senza voler invadere terreni non suoi: la sua unica forza è quella di avere radici reali nella scuola.
Definisce la propria iniziativa democratica perché è convinto che considerare la cultura uno strumento di emancipazione e di libertà sia un fatto democratico (art.3 della Costituzione).
Il primo Centro si è costituito a Roma nel 1972, per iniziativa di Luciana Pecchioli, prima presidente nazionale. Via via altri centri sono nati in città grandi e piccole: oggi sono oltre 130.
Nel 1979 si è costituito il Cidi nazionale, con il compito di coordinare i vari Centri territoriali.
Ogni Cidi si caratterizza per il nome della città di appartenenza, ha un proprio presidente e un proprio statuto. Ciò per ribadire il modo di essere del Cidi: sentirsi autonomi facendo parte di un progetto comune.
Tutto il lavoro è svolto da insegnanti – distaccati e non – a titolo assolutamente gratuito.
Giuseppe Bagni è l’attuale presidente nazionale